Nere e Bianchi – book

"Nere e Bianchi" è un libro di Michele Stanzione; un racconto fotografico di due delle manifestazioni religiose più affascinanti ed antiche del Sud-Italia: i Battenti di San Lorenzo Maggiore (BN) e le Desolate di Canosa di Puglia (BT), con a finitudine un emozionante viaggio nei meandri del Cimitero delle Fontanelle di Napoli (NA).


"Donne profumate di nero e uomini nascosti nel bianco sono fermati dal perfetto bianco/nero di Michele Stanzione lungo un commovente percorso devozionale senza connotazione alcuna di spazio o di tempo"

Lucio Trizzino

La Critica

Michele Stanzione sconfina nella percezione delle alterità tipica dell’arte visuale contemporanea. Sembra quasi che i due livelli del rapporto con l’opera siano stratificati uno sopra l’altro e che al racconto consegua una relazione più profonda con l’immagina visuale delle ritualità che ritrae.

... E, così, ogni fotografia è un’opera a sé; una immagine potente dereificata che appartiene, in senso assoluto, alla memoria collettiva e, quindi, all’osservatore dell’opera. Ogni scatto, ogni cromatismo ha un valore differente, poiché diverse sono le relazioni che ognuno di noi ha con la bellezza e la memoria.

... Questo lavoro di Michele Stanzione sfugge alle logiche edonistiche di molta arte dell’inizio millennio, non è fatto per compiacere e piacere a tutti i costi, non è estroso in senso finto, fake, come si usa dire oggi. Esso serve a qualcosa: a ricordare, a pensare di quanto la nostra creatività, il nostro essere propositori di una funzione estetica sia importante allorchè ricerca la verità delle cose. Come sosteneva un filosofo americano: conoscere la storia serve a sapere cosa fare quando essa si ripresenterà.

... Per Stanzione rimane l’obbligo di non tradire la sua libertà di artista; una libertà priva da inflessioni modaiole poiché se è vero che esiste un sistema, è altresì necessario esprimere le proprie idee nella forma e nei modi che ad ognuno di noi appartengono. Poiché l’arte visuale è, prima di ogni cosa, necessità dell’essere umano di attestare ciò che noi siamo..."

Massimo Sgroi

  • Polistampa, 2013
  • Pagine: 84
  • Caratteristiche: ill. b/n, cart., 21x21
  • ISBN: 9788859613114
  • Collana: Polyphemus / Biblioteca di fotografia contemporanea
  • Settore: fotografia

Translate »